Seggiolino auto - Mamma, la legge cambia!!

La norma italiana sui seggiolini per auto: l’art 172 del Codice delle Strada

Con l’entrata in vigore, dal 14 aprile 2006, del Decreto Legislativo 13 marzo 2006 n. 150, è stato modificato l’art. 172 del Codice della Strada: “Uso delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per bambini”.

Possiamo riassumere il significato della legge sui seggiolini per bambini con una regola semplicissima:

se ci troviamo a sedere su un veicolo dotato di cinture di sicurezza, è obbligatorio per tutti, conducente e passeggeri, utilizzare le cinture e, nel caso di trasporto di bambini, è necessario adottare i sistemi di ritenuta idonei, ossia seggiolini omologati o adattatori.

La norma inoltre aggiunge:

I bambini di statura inferiore a 1,50 m devono essere assicurati al sedile con un sistema di ritenuta per bambini, adeguato al loro peso, di tipo omologato secondo le normative stabilite dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, conformemente ai regolamenti della Commissione economica per l’Europa delle Nazioni Unite o alle equivalenti direttive comunitarie.

La normativa italiana sui seggiolini auto quindi stabilisce che i dispositivi di ritenuta sono perciò obbligatori dalla nascita fino al raggiungimento di 1,50 m di altezza e devono essere scelti in base al peso del bambino.

Come riportato dalla Polizia di Stato, i seggiolini auto sono obbligatori dalla nascita fino al raggiungimento di 36 chili di peso: fino a 18 kg si possono usare solo i seggiolini, oltre questo peso si possono utilizzare anche gli adattatori.

Cosa sono gli adattatori per bambini?

Gli adattatori per bambini (chiamati anche cuscini da rialzo o alzabimbi) sono dei cuscini senza braccioli che sollevano il bambino di circa 10-15 cm per portarlo ad un’altezza adatta all’utilizzo delle normali cinture di sicurezza. Grazie a questo supporto, infatti, le cinture non possono nuocere il bambino, toccandolo in punti scomodi o potenzialmente pericolosi ma passando piuttosto in senso longitudinale al torace.

 

Normativa seggiolini auto: le sanzioni previste per il mancato rispetto della norma

Per quanto riguarda le sanzioni per il mancato utilizzo dei seggiolini o degli adattatori, si incorre nella sanzione amministrativa che va da 74,00 euro a 299,00 euro e nella decurtazione di 5 punti dalla patente del guidatore. Se sul veicolo è invece presente un genitore o un adulto che esercita la patria potestà sul bambino, la sanzione viene applicata a lui e nessun punto viene tolto al conducente.

Normativa seggiolini auto: le eccezioni previste dalla legge

Per completezza è bene parlare anche di due eccezioni previste dall’articolo 172 del C.d.s.:

  • La prima riguarda le auto adibite al servizio pubblico di trasporto (per esempio su un taxi o noleggio con conducente). In questo caso i bambini con statura inferiore a 1.50 metri possono circolare, non trattenuti da appositi sistemi di ritenuta, solo sul sedile posteriore e sempre accompagnati da un passeggero di età non inferiore a 16 anni.
  • La seconda eccezione riguarda invece i veicoli che fin dall’origine non hanno installate le cinture di sicurezza (per esempio alcune auto d’epoca). Su queste vetture è vietato trasportare i bambini di età inferiore a 3 anni. Gli altri (dai 3 anni in su) possono essere invece portati sul sedile posteriore, senza particolari prescrizioni e, sul sedile anteriore, solo se hanno superato 1,50 metri di altezza.

Ricordiamo però che queste sono soltanto delle particolari eccezioni.

La normativa europea sui seggiolini auto (ECE R129 o I-Size)

La normativa seggiolini auto europea, chiamata i-Size (ECE R129 prima fase), non sostituisce quella precedente, ovvero la ECE R44. Quindi se si possiede già un seggiolino non è necessario cambiarlo.

Vediamo i principali punti della norma europea:

  • Non sono più necessarie le cinture di sicurezza per assicurare il seggiolino al sedile dell’auto, ma viene usato il sistema ISOFIX. Questo permette ai genitori di non sbagliare a posizionare il seggiolino in auto, consente una maggiore facilità e velocità nel montaggio in auto e il seggiolino sarà montato in maniera più stabile nella macchina.
  • la scelta dei seggiolini I-Size viene fatta ora in base all’altezza del bambino e non più facendo riferimento al peso.
  • I test di omologazione dei seggiolini I-Size valutano ora anche la protezione offerta dal seggiolino in caso di impatto laterale.
  • I bambini che sono assicurati su questi nuovi seggiolini devono viaggiare nel senso contrario alla marcia ora fino a 15 mesi.

Normativa sui seggiolini auto 2017: ecco tutte le novità in arrivo per il nuovo anno

Nel 2017 sono previste importanti novità per quanto riguarda la normativa sui seggiolini al fine di rendere ancora più sicuri i viaggi in auto dei nostri bambini.

Infatti le due normative attualmente in vigore, cioè la ECE R44-04 (che usa come paramentro il peso) e la R129 (che usa invece l’altezza) subiranno delle integrazioni, vediamo insieme le principali novità.

A partire dall’ estate 2017 entrerà in vigore la seconda fase della norma che riguarda i seggiolini auto destinati ai bambini a partire dai 100 cm di altezza in poi.

Con la seconda fase della R129 non si prevede più l’obbligatorietà del sistema ISOFIX per i bambini da 100 a 150 cm, quindi i genitori potranno scegliere la modalità di installazione che preferiscono.

La novità più rilevante è che non sarà più consentita la vendita di seggiolini auto senza schienale, perciò tutti i booster (o alzabimbo) dovranno essere dotati di schienale.

Le novità per la ECE R44-04:

A partire da gennaio 2017 entrerà in vigore la ECE R44-04 che coinvolge i bambini fino a 125 centimetri di altezza.

I bambini fino a 125 cm dovranno obbligatoriamente essere protetti da un rialzo con schienale che consente una migliore disposizione della cintura sulle spalle del bambino.

Non si sa ancora con certezza a quale gruppo di peso si applicherà la normativa in quanto si fa riferimento solamente all’altezza del bambino. Già da gennaio 2017 la nuova R44 entrerà in vigore ma per un periodo di tempo limitato continueranno a trovarsi sul mercato anche rialzi senza schienale.

 

I gruppi di seggiolini auto

I seggiolini per bambini sono suddivisi in gruppi in base al peso del bambino.

Invece, secondo la nuova normativa europea ECE R129, i seggiolini I-Size sono classificati in base all’altezza.

Questo potrebbe generare confusione ma non c’è da preoccuparsi in quanto attualmente le due normative (ECE R44 e ECE R129) viaggiano in parallelo.